Tre volte Duse

Tre Volte Duse“ Casa delle Culture 26 - 31 ottobre 2004 


L'opera teatrale "Tre Volte Duse" è stata realizzata dalla regista e scrittrice italiana Rosamaria Rinaldi. Ispiratasi alla figura di Eleonora Duse, che per un breve periodo intrattenne frequenti contatti con lo scrittore e psichiatra olandese Frederik van Eeden, è basata su documenti originali su Duse, van Eeden, Etha Fles e Cordula Poletti 
"Uno strano incontro tra Eleonora Duse, l'attrice italiana e diva per antonomasia e Frederik van Eeden, psichiatra olandese, filosofo, scrittore e drammaturgo sensibile ai turbamenti che l'inizio del XX secolo stava apportando sia alla psicologia femminile che all'ordinamento sociale e politico dell'Europa. Van Eeden, chiamato a Venezia da Etha, un'amica olandese della Duse, dovrebbe cercare di guarire l'attrice da un misterioso male. Delusa dal teatro, dopo la sua dolorosa relazione con D'Annunzio, Duse ha abbandonato le scene, ed ora sembra "soffrire" di una morbosa infatuazione per Cordula, giovanissima poetessa e femminista della prima ora, reduce da una burrascosa relazione con Sibilla Aleramo. Durante i tre giorni che i quattro trascorrono insieme, van Eden soggiogato dal fascino della Divina Duse, dimentica lo scopo della sua visita e comincia a scrivere per lei un dramma, che servirà a Etha e a Cordula per capire meglio la natura dei propri sentimenti e a Duse per poter confessare a se stessa che il suo solo desiderio è poter tornare al teatro.” 
Collaborazione drammaturgica di Anna Maria Sorbo e Watze Tiesema

con Patrizia D'Orsi, Patrizia Bernardini, Valentina Fois e Marco Carlaccini

regia di Rosamaria Rinaldi 


Compagnia Ginepro Nannelli in collaborazione con l'Accademia d'Arte Drammatica Silvio D'Amico